+39 388 6364890

camfly@camfly.eu

PARAPENDIO

PARAPENDIO

Il parapendio è un mezzo di volo semplice e pilotabile dall’uomo, ideato negli anni Sessanta da Dave Barish. Da sempre l’uomo sogna di volare e da circa 50 anni questo sogno ha preso vita grazie a questo incredibile strumento.

Oggi, è possibile effettuare un volo in parapendio insieme ad un istruttore, quindi anche chi non possiede alcun brevetto ed esperienza può cimentarsi in questa attività con sicurezza, grazie alla guida di un istruttore certificato.

parapendio

Tappe storiche del Parapendio

1965

Dave Barish crea e testa il primo parapendio, il volo con questo strumento viene chiamato volo in pendio.

1966-68

Dave Barish e Dan Poynter effettuano delle acrobazie in parapendio su un trampolino da salto con gli sci, suscitando l’interesse degli alpinisti.

1978

Tre pracadutisti francesi – Jean Claude BétempsGérard Bosson e André Bohn – decollano con il parapendio in alta Savoia.

1985

Laurent de Kalbermatten inventa il primo parapendio creato in modo specifico per volare.

1987

In questa data si tiene il primo campionato del mondo di parapendio a Verbier, in Svizzera.

2006

La disciplina negli anni di evolve e si tiene il primo campionato del mondo di acrobazie in parapendio a Villeneuve.

vela parapendio

LO STRUMENTO DI VOLO

Negli anni il parapendio è diventato uno strumento sicuro e volare in parapendio è una delle attività a cui sempre più persone si avvicinano, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo.

L’attrezzatura è composta da diverse parti:

  • La vela: la parte maggiormente visibile, creata con tessuto resistente e professionale.
  • I fasci funicolari: i cavi che legano tutte le parti dell’ala con la sella di pilotaggio.
  • I comandi: questi permettono di controllare la direzione del volo e la velocità dello strumento.
  • La selletta: il pilota e il suo accompagnatore siedono sulla selletta da cui partono anche i fasci funicolari arrivando alla vela.
  • L’acceleratore: è una barra trazionabile coi piedi di pertinenza del pilota. 

FASI VOLO IN PARAPENDIO

1

Preparazione di volo

Questa fase inizia fin dalla prenotazione del volo in parapendio, momento in cui il pilota responsabile spiega tutte le buone norme relative, quindi come si svolgerà il volo, che cosa indossare (di solito una tuta comoda e una giacca a vento). Prima di prepararsi per il decollo invece il pilota spiega alla persona quali sono gli step più importanti e come comportarsi per godersi completamente in sicurezza e serenità le fasi di decollo, volo e atterraggio. In questa prima parte è fondamentale il controllo metereologico al momento della prenotazione, il giorno prima del volo e il giorno stesso, motivo per cui abbiamo una nostra stazione metereologica a disposizione che si trova su Monte Galbiga.

2

Decollo

Il decollo rappresenta la prima fase del volo in parapendio, si effettua da un pendio inclinato, che nel nostro caso di solito è sul Monte di Gnino perché la rotta del parapendio avviene appunto dall’alto verso il basso.  Ci sono vari tipi di decollo, solitamente noi effettuiamo quello che viene definito il decollo all’italiana, cioè dando le spalle alla vela. In fase si decollo il pilota aggancia la vela alla selletta, prende tra le mani le bretelle di entrambi i freni, inizia una leggera corsa alzando la vela che man mano si gonfia, il pilota controlla che il decollo avvenga correttamente dopodichè preosegue la corsa fino a quando si distacca da terra.

3

Volo

Una volta distaccati i piedi da terra inizia la fase di volo, cioè il momento in cui si raggiunge una quota di sicurezza e una buona distanza dal pendio, momento in cui il pilota può sedersi in modo più comodo sulla selletta, importante è evitare movimenti e sbilanciamenti bruschi. A differenza del paracadutismo in cui avviene un lancio e quindi le fasi di decollo e volo avvengono nell’immediato, con il parapendio questo avviene gradualmente. Il piacevole suono del vento e il paesaggio mozzafiato accompagnano questo momento unico.

4

Atterraggio

Dopo la fase di volo avviene la fase di atterraggio in cui il pilota si avvicina al luogo ufficiale di atterraggio, dove ti attendono le navette ufficiali Camfly. A differenza di altre discipline, in questo caso l’atterraggio con parapendio avviene in modo soft, perché la velocità dello strumento è sempre contro vento. Arrivato alla fase finale e vicino al terreno il pilota frena progressivamente la vela fino a giungere a terra, la vela del parapendio arriva completamente a terra dopo diversi secondi rispetto al pilota e al suo accompagnatore.

RICHIEDI INFO O PRENOTA IL TUO VOLO

Ti piacerebbe provare a volare in parapendio?

Richiedi informazioni al team della nostra associazione e prenota una delle esperienze più belle.

CONTATTI

Segreteria

+39 388 6364890

camfly@camfly.eu

Via Prati,106 Carlazzo Como

Parapendio Como e altre zone

Trattamento dei dati personali*

Pin It on Pinterest

Share This